GLI STUDENTI CONTRO IL GREEN PASS

Home » Eventi » GLI STUDENTI CONTRO IL GREEN PASS
Caricamento Eventi

Alla comunità accademica e a tutti voi, Concittadini, nostri Fratelli, Insegnanti, Sanitari
Ci rivolgiamo a tutti Voi per raccogliere in adunata una Comunità che è pervasa dalla necessità di dare risposte ed esprimere la propria repulsione verso ciò che sta assumendo i connotati di una “allucinazione di massa”.
Le ultime settimane si sono distinte, come oramai è noto, per la pubblicazione in Gazzetta del d.l 105/2021 che ha istituito il dispositivo del Green Pass, discriminatorio ad oggi ma, probabilmente, uno strumento dal carattere discrezionale in futuro, inefficace e sproporzionato dal punto di vista sanitario, non essendovi Evidenza alcuna a sostegno di un miglioramento della sicurezza degli ambienti, in associazione alla sua introduzione.
Il perseguimento di uno strumento evidentemente politico è stato perpetrato a discapito dei diritti fondamentali della persona, in rotta di collisione con la Carta Costituente che è stata la pietra miliare su cui si è fondato lo sviluppo di una grande e avanzata Nazione quale l’Italia.
Altre sì, tale svolta è stata accompagnata, con grande leggerezza e poco senso delle Istituzioni, ad un costante e volontario tentativo di innescare un meccanismo di criminalizzazione volto a deresponsabilizzare una classe politica che si affida a politiche cieche e non omogenee, inducendo l’erosione del tessuto sociale che rischia di divenire una collezione di monadi.
In virtù del senso civico e della particolare attenzione ai mutamenti sociali cui ci educa il contesto accademico, con il dovere di essere umili portavoce del Prestigio del nostro Ateneo e delle Istituzioni Tutte, in qualità di studenti e di cittadini del futuro chiediamo di ripristinare un pluralismo delle idee e una proporzionalità delle misure e per tale ragione annunciamo che ci riuniremo in Piazza Università giorno 3 Settembre, affinché il nostro non sia soltanto un numero, bensì una Voce forte e univoca.

Condividi questo:

Condividi questa storia, scegli la tua piattaforma!

Torna in cima