biscotti quaresimali

I quaresimali, anche noti come pupatelli, sono antichi biscotti tradizionali siciliani, simili ai piparelli per forma e consistenza croccante. Come intuibile dal nome, i quaresimali sono biscotti che furono concepiti per non infrangere gli stringenti dettami religiosi della Quaresima in vigore un tempo, quando era vietato consumare alimenti di origine animale come latte, strutto e uova, oggi permesse e presenti nella ricetta moderna. I quaresimali vengono spesso consumati come accompagnamento di vini liquorosi.

INGREDIENTI

  • 750 g di zucchero
  • 750 g di zucchero
  • 600 g di farina di mandorle
  • 150 g di mandorle
  • 150 g di farina 00
  • 6 albumi d’uovo
  • Scorza di due limoni grattugiata
  • Un cucchiaino di cannella
  • 2 pizzichi di sale

PREPARAZIONE

Montare a neve gli albumi con il sale e metà dello zucchero e versarvi la farina, il resto dello zucchero, la cannella in polvere, la farina di mandorle e la scorza dei limoni grattugiata. Lavorare nel mixer a velocità ridotta fino alla formazione di un composto ben sodo e omogeneo. Quindi aggiungere al preparato le mandorle intere, mescolare e formare con l’impasto dei filoni allungati larghi 3 cm. Cuocere i panetti dei quaresimali in forno preriscaldato a 200° per 15-20 minuti. Montare a neve gli albumi con il sale e metà dello zucchero e versarvi la farina, il resto dello zucchero, la cannella in polvere, la farina di mandorle e la scorza dei limoni grattugiata. Lavorare nel mixer a velocità ridotta fino alla formazione di un composto ben sodo e omogeneo. Quindi aggiungere al preparato le mandorle intere, mescolare e formare con l’impasto dei filoni allungati larghi 3 cm. Cuocere i panetti dei quaresimali in forno preriscaldato a 200° per 15-20 minuti. A cottura completata, estrarre la teglia dal forno e lasciare che i filoni dei quaresimali si raffreddino un po’ prima di tagliarli in fette spesse 1 cm. Dopo l’affettatura rimettere in teglia le fette adagiandole sulla parte tagliata e cuocere di nuovo in forno impostato a 150°, avendo cura di girare i piparelli a metà cottura in modo che si possano asciugare e dorare ulteriormente da entrambi i lati (20 minuti circa).

Condividi questo: