IL BASTIONCELLO

Il Bastioncello, o Torre del Faraglione, è un’antica torre difensiva del 1672. Ubicata alle spalle della piazzetta di Acitrezza, rappresenta uno dei simboli di attrattiva turistica di tale paesino catanese, in quanto combina l’elemento storico-architettonico con quello naturale.

Un punto strategico che serviva ad evitare le incursioni da parte del nemico, grazie alla completa visione del flusso marittimo. Si dice che il Bastioncello rappresenta un frammento di quello che era l’intero complesso difensivo voluto dal principe Stefano Riggio di Campofiorito, fondatore di Acitrezza.

La torre, in pietra, sorge sopra un edificio ancora più antico in stile bizantino. Ciò si può affermare con certezza poiché durante gli inizi del XX secolo, nella zona antistante il Bastioncello, si effettuarono degli scavi che dovevano servire per creare delle fondamenta per alcune case, ma in realtà, il tutto servì per un altro fine: il ritrovamento di alcune mattonelle romboidali in marmo di origine bizantina.

Ecco perché struttura privilegiata e importante. La Torre del Faraglione, un tempo, era formata da due piani: quello superiore dedicato agli armamenti per la difesa e il piano inferiore che fungeva da corridoio di ingresso con la presenza delle varie indicazioni che servivano ai soldati per muoversi meglio. Oggi la struttura presenta solo il piano terra, sostenuto dalla struttura bizantina più antica.

Ultimamente, anche questa struttura risulta essere poco valorizzata, ma bisogna ricordare che anche un piccolo elemento architettonico può essere molto utile per una più dettagliata conoscenza storica e culturale della nostra città, in modo da far arricchire il bagaglio della conoscenza nostrana oltre che quello del turista che si accinge a visitare la bella Catania. Tutto è importante, tutto è prezioso e bisogna che si tuteli e si valorizzi. Proprio come questo scrigno nascosto ma pieno di ricchezze.

Condividi questo: