Catania dall altoPanoramica di Catania

Catania, da sempre, è stata una città che ha avuto tanti e tanti popoli dominatori. Greci, romani, fenici, arabi, normanni, angioini, aragonesi ecc… Ognuna di queste dominazioni ha comunque arricchito la cultura catanese, dando vita ad un vero e proprio gioiello artistico-culturale, paesaggistico e gastronomico davvero unico. Questo ha scaturito anche una particolare curiosità nell’origine del nome di tale cittadina. Perché Catania? Da dove deriva questo nome? Queste sono le domande più spontanee che potremmo porci. In realtà non è facile dare una giusta definizione a tutto ciò. Tante sono state le dominazioni e tanti i nomi che man mano ha avuto Catania. E molti coloro che hanno cercato di effettuare un excursus per capire quali modifiche ha subìto il nome nel corso dei secoli: linguisti, storici, glottologi. Uno dei primi fu Plutarco, storico greco. Secondo lui, il nome deriverebbe dal greco “katane” ovvero grattugia. Il motivo è l’aspetto aspro che deriva dal paesaggio lavico data la presenza del vulcano Etna. Ma ovviamente abbiamo tantissime altre ipotesi e supposizioni che però sono altrettanto incerte. Sempre in ambito della lingua greca, altra parola è “Kata”( presso/nei pressi) ad Aitnè ( Etna in greco) e quindi nei pressi dell’Etna. L’origine può appartenere anche ad una parola del protolatino “Katina” ( bacinella ), che ricorda la conformazione di conca creata dalle colline che costituiscono parte del paesaggio della città. Molti affermano che durante il periodo classico greco-romano, il nome subì veloci variazioni data dall’instabilità che i greci ed i romani apportarono alla città per capire chi dovesse dominarla. “Catàne”, “Càtane”, “Càtana”, “Catìna”… tutti piccoli cambi fonetici, si arrivò a Catàni ( con pronuncia bizantina). Adesso siamo proprio ad un passo dal nome attuale. Ma in seguito gli arabi fecero pure spiccare la loro presenza riguardo le possibili origini del nome di Catania. Essi invasero la Sicilia nell’827 e Catania solo nel 900. Per tale ragione, decisero di sconvolgere totalmente il suo nome, come una sorte di punizione, per la resistenza che la città ha avuto nei confronti degli arabi invasori. Prima “Balad-el-fil” o “Medinat-el-fil” vale a dire: la città dell’elefante, poi “Qatâniyah” in riferimento ai tipici prodotti agricoli coltivati nella Piana di Catania. Nonostante il susseguirsi di diversi colonizzatori cui ognuno diede del suo, di varie denominazioni, influenze e tanti cambiamenti, secondo la maggioranza, l’origine più certa della città di Catania deriva dal greco Kàtane, in nome dell’Etna e delle varie colate laviche che hanno segnato in maniera evidente la nostra Catania.